Hula Hoop Collection al Museo MAXXI di Roma

Selezione dei migliori prototipi realizzati da giovani designer italiani

MAXXI – dal 18 dicembre 2015 al 20 gennaio 2016

Allo Spazio D del Museo MAXXI di Roma i 34 migliori progetti che hanno partecipato a DAB6 – Design per Artshop e Bookshop, bando lanciato dal Comune di Modena, promosso da GAI e sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. In mostra i prototipi di oggetti che creativi under 35 hanno immaginato per artshop e bookshop dei musei italiani: a undici di loro un sostegno economico per trasformare l’idea in realtà.

INAUGURAZIONE VENERDÍ 18 DICEMBRE ORE 18.30

Dal progetto al prototipo, per arrivare alla realizzazione e alla sua esposizione pubblica. Lo Spazio D del Museo MAXXI di Roma accoglie, dal 18 dicembre 2015 al 20 gennaio 2016, i lavori più meritevoli tra quanti – oltre 150 – hanno preso parte a DAB6 – Design per Artshop e Bookshop, bando di concorso lanciato dall’ Ufficio Giovani d’Arte del Comune di Modena, promosso dal GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane e Direzione Generale Musei.

In mostra i migliori 34 progetti e prototipi per oggetti destinati alla commercializzazione all’interno di artshop e bookshop dei musei italiani, frutto dell’intuizione di 26 creativi di età compresa fra i 18 e i 35 anni. Eterogenea la natura dei lavori presentati, che spaziano da gadget e strumenti per cancelleria fino a prodotti gastronomici, passando per abiti e accessori tra i più disparati: offrendo una panoramica quanto mai ampia e articolata delle infinite declinazioni che il design sa assumere.

 

Hula Hoop - Rossella Granata - RARO - MAXXII designer chiamati ad esporre sono: Giuseppe Abati con Alessandra Messali, Dante Antonucci con Laura Crognale, Emilio Baria, Alessandra Benigno con Davide Negro, Fabio Bernardi, Giulia Bertolin, Michela Bortolozzi, Ilaria Bortolussi, CODE0039 di Stefania Quintili e Alessandro Zuppa, Maria Barbara De Marco, Sogutlu Deniz con Massimiliano Straccia, Francesco Fusillo, Alberto Ghirardello, Rossella Granata, Claudia Grespi, Federico La Piccirella, Cristian Loddo, Beatrice Marazzini, Costanza Palmirani, Eleonora Pettinà con Sara Coniglio, Noemi Romano, Jessica Russo, Marcella Stilo, Emanuela Stocco, Davide Tuberga, Maddalena Vantaggi, Giovanni Viviani.

A determinare la selezione una giuria composta da Sandra Tucci della Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane, Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo; Francesca Condò della Direzione Generale Musei, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Luigi Ratclif, segretario dell’Associazione GAI e presieduta da Michele Zini, architetto e designer dello Studio ZPZ Partners di Modena.

La commissione ha inoltre definito i premi in denaro assegnati nell’ambito di DAB6. Il Premio Speciale MiBACT Sezione Contemporaneo (del valore di 2.000 euro) va a Davide Tuberga (Bologna, 1987) per il progetto RPCO – Rapid Process for Concave Objects, che presenta non solo l’oggetto di design finito (in questo caso una serie originale di tazze e tazzine), ma anche il dispositivo necessario alla sua produzione: una speciale stampante 3D che lavora con l’argilla, ideata dallo stesso giovane designer.

Il Premio Speciale MIBACT Patrimonio Culturale (del valore complessivo di 2.000 euro), dedicato ai lavori ispirati alla ricchezza del panorama storico-artistico italiano, viene invece ripartito e assegnato ex aequo a Michela Bortolozzi (Venezia, 1986) e Federico La Piccirella (Modena, 1986). La prima presenta Kit Enjoy Italy: Enjoy Venice, stampo per lecca-lecca che richiama le forme di elementi architettonici peculiari della città lagunare. Un oggetto scelto dalla commissione per la sua semplicità e quindi immediata fattibilità, ma anche per la visione di scala che propone: Kit Enjoy Italy può infatti essere agevolmente customizzato su ogni singola città italiana, proponendosi come oggetto al tempo stesso unico e massivo. Un valore, quest’ultimo, che si riscontra anche nell’altro progetto premiato: Memories di Federico La Piccirella presenta il classico gioco del Memory, costruito sul repertorio iconografico di un singolo museo, oppure di una singola mostra.

Modena, dicembre 2015

Roma, dal 18 dicembre 2015 al 20 gennaio 2016
DAB – Design per Artshop e Bookshop
MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

Corner Spazio D – via Guido Reni 4/a – Ingresso libero
Orari: da martedì a venerdì e domenica 11-19; sabato 11-22. Lunedì chiuso.
Info: www.fondazionemaxxi.it | www.comune.modena.it/gioarte

Ufficio Stampa mostra DAB
CLP Relazioni Pubbliche – Francesco Sala, tel. 02.36755700
francesco.sala@clponline.it
www.clponline.it

Ufficio Stampa MAXXI
press@fondazionemaxxi.it
tel. 06.3225178


Iscriviti alla nostra Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]


Leave a Reply